Mangiare questi alimenti serve a proteggere le cellule cerebrali, migliorare la memoria e persino ridurre le probabilità di sviluppare il morbo di Alzheimer.

 

Noci

 

Queste noci rugose, che assomigliano al cervello umano, sono ricche di vitamina E.

La noce è un antiossidante associato ad un minor rischio di sviluppare il morbo di Alzheimer. Infatti, i ricercatori del Rush University Medical Center di Chicago hanno studiato le abitudini di vita di 6.000 persone che non sono state colpite dalla malattia e hanno scoperto che coloro che mangiavano i cibi più ricchi di vitamina E avevano un rischio ridotto di Alzheimer. La vitamina E può intrappolare i radicali liberi che possono danneggiare le cellule cerebrali, spiega il Centro di ricerca di Alzheimer.

 

Uova

 

Quei tuorli rotondi e brillanti sono ricchi di colina, un nutriente simile alla vitamina B. Quando si mangiano le uova, il cervello utilizza la colina per produrre l’acetilcolina, un neurotrasmettitore che può essere importante per mantenere la memoria e la comunicazione tra le cellule cerebrali. I ricercatori della Boston University hanno monitorato le abitudini alimentari di quasi 1.400 adulti sani per 10 anni e hanno trovato che l’assunzione di colina è correlato, positivamente, a migliori prestazioni su alcuni tipi di test di memoria.

 

Mirtilli

 

In studi su animali selezionati, i ricercatori hanno scoperto che i mirtilli hanno contribuito a proteggere il cervello dallo stress ossidativo e hanno lavorato per ridurre gli effetti di condizioni legate all’età come il morbo di Alzheimer o demenza. Uno studio di Harvard pubblicato l’anno scorso sulla rivista Annals of Neurology ha trovato che le donne che hanno riferito di mangiare più mirtilli e fragole rischiavano di avere meno rapido declino cognitivo rispetto a coloro che non ne hanno mangiato.

I migliori cibi per la mente? Eccoli qui!

Vino e champagne

 

Mentre troppo alcool può certamente distruggere il tessuto cerebrale sano, bere con moderazione può essere un bene per la mente. Uno studio pubblicato all’inizio di quest’anno sul Journal of Biological Chemistry ha scoperto che l’antiossidante EGCG, trovato nel vino rosso e nel tè verde, aiuta a fermare le proteine beta-amiloidi che danneggiano le cellule cerebrali in laboratorio. Inoltre, una ricerca dell’UCLA ha scoperto che gli antiossidanti del vino possono bloccare le proteine che costruiscono placche che distruggono il cervello. In altre notizie recenti, i ricercatori britannici hanno scoperto che i ratti hanno migliorato la memoria spaziale quando hanno consumato quello che sarebbe stato l’equivalente di un bicchiere di champagne al giorno. Questo perché alcuni antiossidanti nella bollicina possono incoraggiare la crescita e una migliore comunicazione tra le cellule nervose. Pronto a versare un po’ di bollicine?

 

E se non abbiamo possibilità di bere o mangiare questi alimenti? Ci vengono in aiuto degli integratori, soprattutto se di ottima qualità come quelli di Herbalife.

 

L’Herbalifeline Max è un integratore che serve per mantenere, al meglio, la funzione cerebrale.